10 motivi per scegliere iPad (di nuovo).

 

iPad_airDopo aver fatto l’elenco delle cose da sapere prima di (non) comprare un iPhone (il post qui), ho provato a ribaltare lo stesso tipo di analisi anche sui tablet. Sorprendentemente, ma nemmeno tanto, questa volta non ho potuto far altro che trovare 10 motivi per scegliere iPad. Vediamo quali sono.

1) IL MIGLIOR RAPPORTO QUALITÀ PREZZO, A UN COSTO DEMOCRATICO

Cominciamo con l’abbattere uno dei luoghi comuni che accompagnano qualsiasi prodotto Apple: il prezzo troppo alto. Certamente si trovano tablet Android a partire da meno di 100€, ma avete mai provato ad utilizzarli? Se facciamo quindi a meno di valutare la parte “civetta” del mercato, possiamo considerare la fascia di prodotti che va dai 159€ (nexus 7) al 599€ dell’ultimo Samsung Galaxy S 10,5″.

iPad ha un prezzo di ingresso di 389€ (oggi 391,56€ grazie al ministro Franceschini e alla SIAE) per la versione Mini con display retina, WiFi e 16gb di memoria. Il nuovo iPad Air invece parte da 481,56€ sempre con il medesimo taglio di memoria. Se paragoniamo la versione con 4G al top di gamma Samsung, il Galaxy Tab S da 10,5″ 2014, scopriamo che hanno lo stesso identico prezzo (599€ per il Galaxy Tab S e 601,56€ per l’iPad). iPad costa quindi più degli altri? Ni, ovvero no sulla fascia alta, si sulla fascia bassa. Ma il delta è piuttosto ridotto e sicuramente giustificabile da una cura dell’assemblaggio e dei materiali che non ha nulla a che spartire con la plasticosa e scricchiolante concorrenza.

Respingo al mittente ogni tipo d’obiezione sulle diverse caratteristiche tecniche. Confronti sulle caratteristiche tecniche con due sistemi operativi diversi non hanno senso. Inoltre va riconosciuto che con i prodotti Apple raramente ci si deve preoccupare di quanta ram o di quanti core abbia un dispositivo. Nel video confronto di HDBlog, che certamente può essere tacciato di tutto tranne che di propendere per l’iPad, quest’ultimo risulta più fluido e prestante praticamente in tutti i contesti, pur avendo un processore dual core e un solo giga di ram, contro gli otto core e i 3 giga di ram del Samsung.

2) QUALITA’ E BATTERIA

Pur avendo lo stesso prezzo della concorrenza, credo che sia inopinabile l’eleganza del design e la qualità costruttiva dei prodotti Apple. Provate a tenere tra le mani un iPad Air e non avrete più dubbi sui materiali e sull’assemblaggio. Inoltre, dettaglio non da poco, ha la batteria più longeva sul mercato (test di which.co.uk consultabile qui). Insomma, sotto il profilo della qualità generale e dei componenti è il top.

3) LE APP PER USO PROFESSIONALE

Tutti i maggiori sistemi operativi mobile escono con una suite di applicazioni da ufficio integrata. Fino a qualche mese fa Android proponeva QuickOffice, applicazione acquisita da Google proprio allo scopo. Oggi Google ha le proprie applicazioni per i documenti e i fogli elettronici con le quali ha fatto un importante balzo in avanti.

Nulla però a che vedere con l’alternativa di Apple e di Microsoft. A dirlo, di nuovo, è HDBlog (Il video qui. Da notare che, senza volerlo, questo video da solo dimostra come iPad sia ancora una spanna sopra la concorrenza. Al minuto 5:30 viene aperto un documento di excel da 2 mega che gira in maniera fluidissima su iPad. Quickoffice su Nexus 7 si chiude due volte di seguito e con Polaris Office su Galaxy Tab 8 ha dei lag tali da essere inutilizzabile). Pages, Numbers e Keynote sono strumenti incredibili per realizzare documenti, fogli di calcolo e presentazioni. I documenti sono memorizzabili in locale o su iCloud, il tutto in maniera completamente gratuita.

4) IL CLIENT DI POSTA ELETTRONICA PER TUTTI

Pochi sanno che iOS, pur nella sua famigerata “chiusura”, è in realtà l’unico sistema operativo a supportare tutti i gestori di posta elettronica. Con un iPad potrete configurare la posta sia cha abbiate un account di posta elettronica di Google, sia che l’abbiate di Microsoft, sia che l’abbiate, ovviamente, di Apple. In più ci sono le app native di Gmail e di Hotmail. Questo non è possibile su nessun altro sistema operativo. Colpa di Apple, ovviamente, che non permette l’uso delle sue caselle su altri dispositivi, ma tant’è, su iPad potrete usare la posta di qualunque gestore, sugli altri sistemi no.

5) LA MULTIMEDIALITA’ A PORTATA DI DITO

L’insieme delle app multimediali di iPad non hanno rivale alcuno: iPhoto per la gestione delle foto, iMovie per il montaggio video, GarageBand per creare musica (solo questa  varrebbe da sola l’acquisto di un iPad). Meritevole di menzione anche Podcast, l’app che ancora latita su Android. Queste app sono il top per quanto riguarda la multimedialità su tablet e insieme alle tre dedicate all’ufficio, fanno della dotazione software dell’iPad l’unica veramente completa, integrata e qualitativamente su livelli straordinari.

6) LO SCAMBIO WIRELESS DI DOCUMENTI

Una delle leggende metropolitane su iOS, usata per la gran parte dai detrattori del sistema operativo della mela, riguarda la presunta impossibilità di scambiare documenti o fotografie wireless, senza cioè collegare l’iPad ad un computer. Si riferiscono chiaramente all’impossibilità di scambiare files in locale via Bluetooth, ne parlai io stesso nel post sui 10 motivi per non acquistare un iPhone. In realtà questa funzione è stata integrata su iOS7 all’incirca un anno fa con il nome di AirDrop, compatibile solo con sistemi iOS (e MacOS a breve).

La verità è che qualunque sistema operativo è chiuso da questo punto di vista: Android scambia files via bluetooth con altri terminali Android, non può farlo con Windows Phone e con iOS. Anche se questo limite è imposto dall’altro fronte, ovvero da Windows Phone e da iOS, comunque rimane il fatto che ogni sistema operativo scambia files esclusivamente con se stesso. Quindi quello che è vero per iOS, lo è anche per Android e per Windows Phone.

Ma il bluetooth non è l’unico sistema per lo scambio di documenti, anzi. Usando il WiFi, un gran quantitativo di app permettono lo scambio anche tra sistemi operativi differenti. Un esempio? iFiles. Aprite l’app e tramite un qualunque browser potrete caricare o scaricare qualunque files da un iPad o da un iPhone tramite un pc Windows o un dispositivo Android.

7) LA (GENEROSA) DOTAZIONE DI MEMORIA INTEGRATA

Ci sono pochissimi dispositivi che arrivano ad avere 128gb di memoria integrata. Con l’eccezione degli ibridi (ovvero quei tablet con la tastiera opzionale e sistema operativo desktop, tipicamente Windows) che sono più notebook che tablet e che hanno costi di tutto rispetto. iPad da sempre integra un quantitativo di memoria sufficiente per lavorare, senza doversi preoccupare di comprare schede di memoria aggiuntiva (di fatto più lenta di quella integrata).

8) AIRPRINT E LA STAMPA WIRELESS

Avete bisogno di stampare? Con l’iPad si può fare tramite AirPrint (anche con Android tramite Google Cloud Print), ma provate a dare uno sguardo alle specifiche delle stampanti in commercio, la quasi totalità di queste è compatibile con lo standard Apple, lo stesso non si può dire per quello di Google.

9) iOS RIMANE IL SISTEMA OPERATIVO PIÙ SICURO IN ASSOLUTO

Non negatelo, le app-spam e i virus stanno diventando una realtà su Android. Il problema è intrinseco per la natura e la diffusione del sistema operativo di Google. Fatto sta che iOS è e rimane il sistema operativo mobile più sicuro in assoluto. Totalmente estraneo a qualsiasi forma di virus o di furto di dati.

10) LA LONGEVITA’

iPad 2, anno 2011, ha ricevuto l’aggiornamento a iOS7. Non riceverà il futuro iOS8, ma ha comunque avuto 4 aggiornamenti cosiddetti “major”. La concorrenza, da questo punto di vista, lascia molto a desiderare. Molti prodotti escono con versioni già vecchie di sistema, altri vengono aggiornati una o due volte al massimo nel corso della loro vita. iPad è il prodotto in grado di assicurare la maggior longevità sul mercato.

Non c’è dubbio quindi, sul fronte degli smartphone molto è stato fatto. Si trovano moltissimi prodotti dall’elevata cura costruttiva e dalle numerose funzionalità per prezzi molto spesso dimezzati rispetto all’alternativa Apple. Lo stesso non si può dire dei tablet dove, pur conquistando Android quote sempre maggiori grazie soprattutto al sottobosco di prodotti da prezzo, iPad primeggia ancora con una certa distanza sulla concorrenza.

[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]

About Franco Aquini 130 Articles
Franco Aquini è un consulente informatico che si occupa principalmente di Content e Web Marketing. Da anni scrive per le più importanti testate cartacee e sul web, pubblicando su dday.it, corriere.it, Media World Magazine, Monclick.it e altre. Offre consulenza nel campo del posizionamento sui motori di ricerca (SEO) e nelle campagne di advertising di Google, Facebook e LinkedIn.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*